Dove sono le stelle stanotte?

Dove sono le stelle stanotte?
Divorate da una fiamma ingorda,
Che scorre, s’insinua, divampa
Lasciando alle sue spalle il nulla.
Contro il buio della notte si staglia possente
E rischiara d’un bagliore dolente.
E ancora scorre, s’addentra, straborda
Laddove non approda,
Si stende fuligginoso un velo
E avvolge e soffoca i cuori.
S’ode un grido, un pianto, un lamento
S’ode, tardi, un aiuto
Quando tutto è già indiscernibile nera cenere.
Che da questa, come fenice, rinasca
E indossi di nuovo il suo verde manto
Colmando, un giorno e per sempre, i nostri occhi
Della sua immensa bellezza.

Foto di Andrea Pagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *