Essere giovani d’oggi

Essere giovani d’oggi significa sentirsi dire “ dovete studiare perché voi siete il futuro di questa nazione” e poi vedere i fondi per l’istruzione che vengono tagliati di giorno in giorno.
Essere giovani d’oggi significa sentirsi dire “ dovete rispettare di più il verde o presto non ne resterà più” ma conoscere solo il grigio dell’asfalto e dei palazzi.
Essere giovani d’oggi significa sentirsi dire “che generazione persa, ai miei tempi era meglio” e poi guardarsi attorno e vedere com’è diventato il mondo a causa di quella generazione tanto elogiata.
Essere giovani d’oggi significa sentirsi dire “ la tecnologia ha addormentato le vostre menti, non sapete più stare con gli altri” ma sentirlo appena perché il volume della TV è troppo alto.
Essere giovani d’oggi significa sentirsi dire “non avete più ideali” e non appena si prova a difendere un’idea sentirsi rispondere “ che bella la giovinezza; anch’io alla tua età mi illudevo di poter cambiare il mondo”.
Essere giovani d’oggi significa essere accusati per essersi ritrovati in un mondo che non abbiamo scelto, rovinato,corrotto proprio dalla generazione che ci accusa. È vero, un giorno dovremo trovare delle soluzioni per i problemi che affliggono la realtà in cui ci troviamo ma troppo spesso i danni che sono stati fatti sono irrimediabili. Alla luce di questo mi chiedo: siamo davvero noi la generazione peggiore?

Iannizzotto Giada Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *